L’essiccatore: il re della conservazione alimentare

by ghigliottina on

Conservare i cibi essiccandoli

L’essicazione è uno dei metodi di conservazione più antichi, efficaci e salutari. I cibi che vengono essiccati, infatti, mantengono quasi del tutto inalterate sia le proprietà nutrizionali che le caratteristiche organolettiche. Questo accade perchè privando l’alimento dell’acqua, si elimina anche la fonte di sopravvivenza dei microrganismi che ne comporterebbero il deterioramento, permettendo così una conservazione del prodotto a lungo termine.

Inoltre, dato che il flusso dell’aria del macchinario esce a una temperatura inferiore ai 60°, vengono preservate anche tutte le sostante nutritive che vanno invece perse attraverso la cottura.

Cos’è l’essiccatore?

L’essiccatore è un elettrodomestico che, grazie a un flusso d’aria calda, asciuga i cibi che si ripongono al suo interno. È il metodo ideale per disidratare frutta, verdura, legumi, funghi ed erbe aromatiche. In questo modo si possono conservare alimenti per lunghi periodi e senza sprecare nulla.

Rispetto all’essicazione al sole è molto più efficace, innanzitutto perchè non dipende dalle condizioni climatiche e dalle ore di luce disponibili. Inoltre, la disidratazione al sole oltre a necessitare di tempistiche piuttosto lunghe e spazi ampi dove posizionare i cibi, implica anche la rimozione di polpa e semi. Senza contare che gli alimenti vengono a contatto con insetti, polvere ed inquinamento. Anche l‘essiccazione in forno non è altrettanto efficace quanto un essiccatore, dato che è più difficile mantenere sotto controllo la temperatura, che deve essere perfettamente adeguata all’alimento. Oltre a ciò, utilizzare il forno è anche più dispendioso dal punto di vista energetico, mentre gli essiccatori moderni vengono realizzati puntando a un basso consumo di elettricità.

Come funziona l’essiccatore?

L’essiccatore è composto da alcuni cassetti in plastica o in acciaio inox estraibili, sui quali vengono disposte le fette o spicchi di quello che si vuole disidratare, facendo attenzione a non sovrapporli.

Una volta azionato, il macchinario produce aria calda che essiccherà il tutto. A seconda della direzione dell’aria, gli essiccatori possono essere a flusso orizzontale oppure verticale. I primi sono da preferire ai secondi perchè permettono un’asciugatura più omogenea e grazie al costante riciclo d’aria si evitano umidità e ristagni.

Written by: ghigliottina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *